Convegno.3/ Staminali e le origini del cancro

Redazione DottNet | 31/07/2008 16:25

convegno staminali tumori

E' vero che il tumore è provocato da cellule staminali impazzite? Esistono le cellule staminali tumorigeniche? Su questi temi si è sviluppato un serrato dibattito al dipartimento di farmacologia dell' Università di Milano, nell' ambito della 5/a Giornata di studio sulle cellule staminali, sul tema delle 'staminali tumorali'.

''Una giornata - spiega Elena Cattaneo, responsabile del laboratorio cellule staminali dell'ateneo milanese - a cui ha preso parte anche il Premio Nobel Rita Levi Montalcini, che è stata promossa dal gruppo 'uniStem', nato all'Università di Milano col compito di divulgare il più possibile i risultati delle ricerche scientifiche più recenti sulle staminali. Fra gli stessi ricercatori, i medici, gli studenti e il grande pubblico, anch'esso invitato a seguire questa iniziativa''.
Hanno partecipato numerosi autori di ricerche e studi sulle staminali arrivati da diverse parti d'Italia, a cominciare da esperti dell'Istituto superiore di Sanità (Roma), ricercatori del Besta e dell'Istituto Tumori di Milano, dello Stem Research Institute del San Raffaele, dell'Università La Sapienza di Roma, e poi ancora CNR, IEO. ''Qui diciamo quali sono le vere evidenze - spiega Cattaneo - e facciamo anche la revisione critica di ciò che è già in letteratura''. Il motivo: tenere desta l'attenzione sulle staminali, in un momento in cui queste ricerche in Italia registrano difficoltà di ogni genere in ambito politico. ''Del resto - afferma ancora Elena Cattaneo - questa giornata prelude, anche se non ha nulla a che vedere dal punto di vista scientifico, al 3/o Congresso nazionale del Gruppo IES (ricercatori italiani sulle embrionali staminali) che avrà luogo a Roma l’1 luglio, su come finanziare queste ricerche, che sono pubbliche e vogliono risposte pubbliche. Una questione ineludibile - conclude l