L’Ue impone maggiori controlli sui farmaci in commercio

Redazione DottNet | 07/02/2012 10:03

farmacia

Stretta sui farmaci in commercio nell’UE. Sono in particolare tre le principali novità della recente riforma varata dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA). In primis, la creazione di un nuovo Comitato di Vigilanza e Valutazione dei rischi (PRAC). Inoltre, tutti i cittadini del Vecchio Continente potranno segnalare effetti collaterali, anomalie e osservazioni su questi prodotti alle rispettive autorità nazionali competenti che poi faranno rapporto al neonato organismo di controllo.

Il quadro si completa, infine, con l’obbligo, da parte delle aziende farmaceutiche, di inviare informazioni chiave su tutti i loro prodotti autorizzati e registrati. Con l’obiettivo di creare una vera e propria banca dati continentale, dal nome EudraVigilance, consultabile da Governi, istituzioni, operatori sanitari e cittadini