Banco farmaceutico: il successo dell’iniziativa frenato solo dal maltempo

Redazione DottNet | 13/02/2012 19:41

farmaci sanità-pubblica farmacia istat banco-farmaceutico

Solo in alcune farmacie di province colpite dal maltempo, non si è potuta svolgere la raccolta. Nel resto d’Italia l'iniziativa promossa dalla Fondazione Banco Farmaceutico ancora una volta ha avuto un grande successo con un incremento di farmaci raccolti. Recandosi nelle farmacie che espongono la locandina del Banco Farmaceutico, si è acquistato e donato un farmaco da banco a chi oggi vive ai limiti della sussistenza (8 milioni 272 mila persone, dati ISTAT poverta' in Italia, 2010). L'iniziativa, giunta alla XII edizione, e' stata organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con la Compagnia delle Opere - Opere Sociali.

 Nonostante, dunque, il maltempo e il rinvio al 18 febbraio in alcune province (Ancona, Pesaro, Macerata, Pescara, Ascoli, Potenza, Forli'-Cesena, Teramo), nelle 3078 farmacie (77 province) dove si e' svolta la XII Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, sono stati donati 351.732 farmaci (+ 1% rispetto al 2011). Lo comunica una nota della Fondazione Banco Farmaceutico, sottolineando che l'iniziativa, organizzata in collaborazione con la Compagnia delle Opere-Opere Sociali, "ha avuto, ancora una volta, un grande successo con un incremento di farmaci raccolti". "Cio' che continua a sorprendere e' la testimonianza della generosita' di un popolo, come emerge da molti racconti - spiega Paolo Gradnik, Presidente della Fondazione Banco Farmaceutico - che ridestano una ragione intorpidita dalla cultura dominante e rivelano un cambiamento che rimette in moto il desiderio di bene, di bello e di giusto". Questo gesto "di sovrabbondanza e di positivita' che aiuta i poveri e cambia il cuore di chi dona si chiama Carita' - conclude Gradnik - e non e' solo solidarieta' o un semplice trasferimento di risorse, ma e' il motivo del nostro operare e il nostro modo di concepire il senso della vita".(