Ropivacaina, cofattore nella riduzione del dolore post-operatorio e della dose di morfina

Neurologia | | 16/02/2012 10:27

L’utilizzo di un catetere utilizzato per consentire la somministrazione di  un anestetico locale direttamente nell’articolazione, durante un intervento di sostituzione protesica  dell’anca, migliora il controllo del dolore associato alla fase successiva all’operazione e consente una riduzione di morfina e l’incidenza degli effetti collaterali da essa indotti quali vomito e nausea.

Il trial è stato condotto su 76 pazienti sottoposti a intervento chirurgico di sostituzione dell’anca. In un gruppo di pazienti il catetere è stato utilizzato per infondere ropivacain.  Al secondo gruppo è stato infuso il placebo. I partecipanti a cui era stato somministrato l’anestetico locale con il catetere hanno ottenuto un miglior controllo del dolore durante le 48 ore dopo l’intervento, sia a riposo che in movimento e in questi  l’uso di morfina si è ridotto del 36%.

Jose Aguirre, Barbara Baulig, Claudio Dora,  Continuous Epicapsular 0.3% Infusion After Minimally Invasive Hip Arthroplasty: A Prospective, Randomized, Double-Blinded, Placebo-Controlled Study Comparing Continuous Wound Infusion with Morphine Patient-Controlled Analgesia  Published online before print November 10, 2011, doi: 10.1213/​ANE.0b013e318239dc64 Anesthesia & Analgesia February 2012 vol. 114 no. 2 456-461

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato