L’Aifa rimodula la determinazione sulla scontistica delle farmacie al Servizio sanitario nazionale

Redazione DottNet | 12/03/2012 10:32

L’Aifa ha modificato in parte la determinazione del 7 febbraio 2012 sulle modalità di ripiano dello sfondamento del tetto della spesa farmaceutica territoriale. Secondo la nuova formulazione lo sconto dovuto dalle farmacie al Ssn va rideterminato nella misura dello 0,73% (anziché dello 0,76%) e trova applicazione dal primo marzo 2012 e per la durata di sei mesi, salvo mancato recupero del ripiano di competenza. La quota di spettanza dovuta al farmacista passa invece dal 29,66% dal 29,69%, mentre quella del grossista è confermata al 2,93.

 Dal primo settembre 2012,  salvo mancato recupero del ripiano di competenza, lo sconto disposto a carico dei farmacisti e del grossista ritornerà allo 0,64% sul prezzo di vendita al pubblico comprensivo dell'Iva. Le quote di spettanza dovute al farmacista e al grossista saranno rispettivamente pari al 29,77% e al 2,94% sul prezzo di vendita al pubblico al netto dell'Iva.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato