Tumore ameloblastico: case report pediatrico pubblicato su Journal of Morphology and Embriology

Medical Information Dottnet | 12/03/2012 12:51

Il carcinoma ameloblastico è una forma  di neoplasia a lenta crescita, localmente aggressiva, con elevata tendenza alle recidive, ha come sede elettiva: mandibola, area posteriore (> 70% dei casi).Spesso costituisce un riscontro occasionale su radiografie eseguite di routine, per quanto si presenti in un ampio range di età è piuttosto rara nei bambini. Questo tumore maligno di origine odontogena in rapida crescita, è caratterizzato da isole o trabecole di epitelio in stroma connettivale.

Le cellule sono di tipo ameloblastico, hanno forma colonnare, nucleo ipercromatico e sono disposte a palizzata periferica. La parte centrale contiene cellule scarsamente coese, che ricordano il reticolo stellato. Metastasi a distanza a livello di polmoni, ossa, fegato e cervello sono comuni nel carcinoma ameloblastico. La prognosi è scarsa, a causa della sua bassa sensibilità alla chemio-e radioterapia. Nello studio appena pubblicato viene riportato  il caso di un bambina di otto anni con carcinoma ameloblastico con metastasi estese  a polmoni ed ossa. Le biopsie effettuate dal tumore della mandibola e del tumore del tessuto polmonare ottenuto mediante broncoscopia, hanno mostrato le stesse caratteristiche istologiche del carcinoma ameloblastico. Il trattamento con carboplatino ed etoposide ha mostrato effetto terapeutico migliorativi sul tumore primario, ma le infiltrazioni polmonari non sono state positivamente influenzate. Sono state avviate cure palliative. In conclusione la diagnosi precoce del carcinoma ameloblastico, prima di sviluppare metastasi a distanza rappresenta un'opzione per la sopravvivenza a lungo termine, che può essere raggiunta con la chirurgia radicale seguita da radioterapia.

Bibliografia: Horváth A. Mandibular ameloblastic carcinoma in a young patient. Rom J Morphol Embryol. 2012;53(1):179-183.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato