Profilassi dell’ulcera, reale beneficio per pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca?

Medical Information Dottnet | 16/03/2012 12:41

cuore ulcere

La profilassi dell'ulcera da stress farmacologico è un utile beneficio per i pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca. Sono stati analizzati 156 articoli, di cui 10 particolarmente utili per rispondere al quesito clinico. Gli autori, rivista, data, il paese di pubblicazione, gruppo di pazienti, il tipo di studio, gli esiti ei risultati pertinenti di questi documenti sono stati attentamente valutati. I risultati dell’analisi mostrano che l'incidenza di ulcere da stress in seguito a chirurgia cardiaca è bassa (0,45%), ma rimane associata a significativamente a morbidità e mortalità. Cinque dei 7 studi hanno dimostrato la soppressione della secrezione acida o una diminuzione di complicanze gastriche in pazienti sottoposti a profilassi farmacologica dell'ulcera da stress. Uno studio prospettico su 210 pazienti, randomizzati a ricevere un inibitore della pompa protonica (PPI),  o un’antagonista dell'istamina e Teprenone, ha scoperto che i PPI sono stati i più efficaci nel ridurre le complicazioni gastriche dopo chirurgia cardiaca, tale azione includeva anche una protezione nei confronti di formazione di ulcere e sanguinamento gastrointestinale superiore (UGIB).

Tuttavia, uno studio retrospettivo ha suggerito che non esiste  alcuna differenza nei risultati tra l'uso di un PPI e un antagonista di istamina. Tra gli studi focalizzati sugli antagonisti dell'istamina, uno studio controllato randomizzato (RCT) ha dimostrato che la cimetidina può ridurre lo stress chirurgico, potenziare il sistema immunitario e ridurre il tempo di intubazione dopo chirurgia cardiaca. Un secondo studio prospettico randomizzato con antagonisti istaminergici hanno dimostrato un maggiore controllo del pH con famotidina e ranitidina, se confrontato con cimetidina. Inoltre, ematologiche e neurologiche effetti collaterali sono stati osservati solo con l'uso di cimetidina. Una recente meta-analisi della letteratura ha associato la soppressione acida gastrica con un aumento del rischio di polmonite. Due studi prospettici di coorte che hanno esaminato l'uso di PPI in collaborazione con clopidogrel in pazienti con malattia coronarica ha concluso che non vi era alcuna associazione con un aumento di eventi avversi cardiovascolari con l'uso di inibitori della pompa protonica. Lo studio condotto dal Dott. Shin concludeche l'evidenza attuale è leggermente a favore dell'uso profilattico con inibitori di pompa protonica. Tuttavia, non è possibile escludere un’ associazione tra l’uilizzo di questi farmaci e un aumentato rischio di polmonite acquisita in ospedale.

Bibliografia: Shin JS.Is routine stress ulcer prophylaxis of benefit for patients undergoing cardiac surgery? Interact Cardiovasc Thorac Surg.2012 Feb 17. [Epub ahead of print]http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22345061

Per ulteriori approfondimenti clicare qui