La denervazione renale migliora la funzionalità cardiaca

Cardiologia | Medical Information Dottnet | 16/03/2012 14:34

Riduzione della pressione arteriosa e denervazione simpatica dell'arteria renale sono utili condizioni per ridurre l'ipertrofia ventricolare sinistra e migliorare la funzionalità cardiaca in questi pazienti.
L’innervazione simpatica renale è responsabile dell’innesco dell’ipertensione sistemica. Per cui la teoria di indurre ipotensione eseguendo una denervazione delle fibre simpatiche renali è già stata presa in considerazione, ma ad oggi non si hanno significativi dati in merito.

Nello studio SIMPLICITY HTN-2 recentemente pubblicato si è invece sperimentata una nuova procedura utilizzando una radiofrequenza erogata attraverso la parete dell'arteria renale einducendo denervazione renale che riduce l’attivazione simpatica, determinando pertanto una riduzione duratura della pressione, senza compromettere l'arteria renale. L’ntervento è poco invasivo simile a un'angioplastica, e si sostanzia con l’inserimento di catetere in ognuna delle due arterie renali per via femorale e successiva ablazione per radiofrequenza delle terminazioni nervose simpa tiche arteriose . La procedura è stata studiata in 46 pazienti compararati con 18 controlli.  I risultati dello studio hanno mostrato che la denervazione renale induceva diminuzione significativa della massa ventricolare sinistra, (mentre nel gruppo controllo, al contrario, si è osservato una tendenza all’aumento) ipotensione, un miglioramento della funzione diastolica ventricolare sinistra, che è invece peggiorata nel tempo nei controlli.


Bibliografia: M.C. Brandt, et al. Renal sympathetic denervation reduces left ventricular hypertrophy and improves cardiac function in patients with resistant hypertension J Am Coll Cardiol 2012; 59:901-909.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato