Scaccabarozzi, i prezzi dei nostri farmaci sono i più bassi d’Europa

Redazione DottNet | 19/03/2012 09:47

farmaci farmindustria sanità-pubblica scaccabarozzi aziende- ssn

I dati Istat dimostrano che "nonostante l'inflazione sale al 3,3% noi continuiamo ad avere i prezzi dei farmaci piu' bassi in Europa". Lo dice il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, commentando le nuove rilevazioni dell'istituto di statistica, secondo il quale il prezzo al consumo per l'intera collettivita' dei prodotti farmaceutici a febbraio e' diminuito del 3,9%. Un dato "incredibile", prosegue Scaccabarozzi, evidenziando che per quanto riguarda i farmaci rimborsabili, ovvero a carico del Servizio sanitario nazionale, "la diminuzione e' addirittura pari al 7,6%".

 Questo significa, spiega il presidente di Farmindustria, che "in Italia i prezzi dei farmaci sono i piu' bassi, sia in farmacia che in ospedale, che i problemi sono altrove, e che il nostro settore ha fatto ampiamente la sua parte, come dimostrato da tutte le manovre economiche degli ultimi anni". Senza dimenticare, aggiunge, che "questi dati non tengono conto dei meccanismi di pay back quando si sforano i tetti di spesa, altrimenti le cifre di cui parliamo sarebbero ancora piu' alte". In ogni caso, conclude Scaccabarozzi, "speriamo solo che questi risparmi ottenuti vengano investiti dove c'e' piu' bisogno, ovvero nel settore dell'innovazione".