Il test della fertilità otto volte su dieci è sbagliato

Redazione DottNet | 19/03/2012 18:49

Infertili ma solo per errore. Lo spermiogramma è la prima e piu' importante analisi per la valutazione della fertilita' maschile ma risulta errato nell'80% dei casi. I laboratori, denuncia Andrea Lenzi, ordinario di endocrinologia e direttore della sezione di fisiopatologia medica all'universita' Sapienza di Roma, eseguono male la conta degli spermatozoi vivi e valutano non correttamente la loro vitalita' e qualita' e le indagini morfologiche risultano spesso sbagliate, aggiunge Lenzi nel corso di un congresso dedicato alle patologie andrologiche al Ministero della Salute. "Gli operatori dei laboratori fanno molti errori e arrivano perfino a certificare un numero cosi' elevato di atipie o difetti totali nell'analisi del liquido seminale in realta' impossibili da trovare.

 E questo avviene perfino in giovani sani di diciotto anni di eta' - afferma Lenzi - e se non ci si rende conto degli errori si rischia di fare accedere alle tecniche di procreazione assistita chi e' sano e invece di trascurare chi invece dovrebbe ricorrervi o sottoporsi a terapie specifiche perche' affetto da infezioni o patologie che incidono sulla fertilita' ma che non vengono individuate correttamente". "Il problema riguarda i laboratori privati dove ci sono picchi di errori fino al 90% dei casi - afferma Lenzi che suggerisce di rivolgersi ai centri pubblici. "I pochi laboratori istituiti presso i centri di andrologia delle università italiane sono gli unici di cui fidarsi perche' i biologi ed i medici sono formati per svolgere questo tipo di indagini cosi' complesse e sensibili e i centri dotati di apparecchiature all'avanguardia". Sottolinea Loredana Gandini, ordinario di patologia clinica e direttore del laboratorio di seminologia e banca del seme della Sapienza: "Gli errori sono di moltissimi tipi. Si va dalla mancanza di conoscenze su come si eseguono tali analisi alle errate metodologie. Gli errori più comuni? Risultano sbagliati la valutazione del pH, il volume del liquido, la valutazione della motilità, dei difetti e della quantità di spermatozoi sani, insieme ad altri importanti e complessi parametri. Il danno è gravissimo perché si perde tempo prezioso se il paziente possiede un tasso di fertilità basso e aumentano notevolmente i costi perché è necessario ripetere tutte le indagini".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato