Aiop, alleanza col pubblico. Largo alla sanità elettronica

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 20/03/2012 23:27

Allungano la mano alla sanita' pubblica per collaborare, convinti che quest'ultima non rappresenti solo costi e sprechi ma anche opportunita'. Ma allo stesso tempo rilanciano con nuove sfide racchiuse in una serie di proposte concrete, chiamate 'tesi' per l'occasione. E' il senso degli Stati generali di Aiop giovani, l'associazione che riunisce i giovani imprenditori della sanita' privata, riuniti nel pomeriggio a Bologna. Presente anche l'assessore alla sanita' dell'Emilia-Romagna Carlo Lusenti.

La costola dell'Aiop (Associazione italiana ospedalita' privata), nata 10 anni fa, ha sedi in 14 regioni. Da oggi ha un nuovo coordinatore giovani: Domenico Musumeci, classe 1979 e origini catanesi. Presupposti delle 'tesi' di Aiop junior sono il riconoscimento della filiera salute e l'auspicio di una maggiore valorizzazione della sanita' privata accreditata. Fondamentale e' quindi l'alleanza con il pubblico, a cui chiedono pero' un'attenta programmazione, un rigoroso sistema di controlli e una maggiore trasparenza nei conti. Altra proposta e' un miglior uso delle nuove tecnologie informatiche ad esempio per fare a casa esami come quello della glicemia e inviare poi i risultati al medico. ''Ormai anche nella sanita' pubblica il modello non e' piu' quello del medico della mutua stile Alberto Sordi - ha detto Fabio Miraglia, vice coordinatore uscente Aiop giovani - e l'information technology non e' piu' un servizio da dare in outsourcing ma un valore aggiunto''. Altre idee: creare Cup unici (centri di prenotazione esami) regionali e nazionali degli associati Aiop per combattere le liste d'attesa, o una carta sanitaria Aiop ''senza attendere ogni volta quella della regione''. Infine ricordando le situazioni piu' difficili per la sanita' privata in alcune regioni, il presidente nazionale Aiop Enzo Paolini ha scandito: ''Ha ragione Lusenti a dire che le regole tra pubblico e privato devono essere chiare, trasparenti e condivise ma devono anche essere rispettate''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato