Complicazioni in gravidanza aumentano il rischio cardiovascolare. Le conclusioni riportate nello studio “Avon Longitudinal Study of Parents and Children”

Medical Information Dottnet | 26/03/2012 11:37

Uno studio pubblicato su “Circulation”ha dimostrato che alcune complicazioni durante la gravidanza aumentano il rischio, nelle donne, di incorrere in malattie cardiovascolari. Gli autori hanno studiato le associazioni tra diabete gravidico, disturbi ipertensivi della gravidanza (HDP), parto pretermine in una coorte di 3.416 donne. Il diabete gestazionale (GDM) è stata associato positivamente con glicemia a digiuno e insulina, mentre i disturbi ipertensivi sono stati associati con BMI, circonferenza vita, pressione arteriosa, lipidi e insulina.

Le donne che soffrono di preeclampsia o diabete in gravidanza, hanno una maggiore probabilita' di andare incontro a problemi di natura cardiovascolare intorno ai 50 anni. Le percentuali di rischio sono rispettivamente del 31 per cento e del 26 per cento . I risultati sono stati ottenuti attraverso uno studio iniziato nel 1990 e definito “Avon Longitudinal Study of Parents and Children” in cui le conclusioni  suggeriscono che la gravidanza può essere un’ importante opportunità per l'identificazione di malattia cardiovascolari in donne in età adulta.

Bibliografia: Fraser A.Associations of Pregnancy Complications with Calculated CVD Risk and Cardiovascular Risk Factors in Middle Age: The Avon Longitudinal Study of Parents and Children. Circulation.2012 Feb 17. [Epub ahead of print]

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato