Vilanterolo: efficace e sicuro nella BPCO

| 26/03/2012 17:26

Il vilanterolo, nuovo beta agonista a lunga durata d'azione che agisce stimolando i recettori beta-2 della muscolatura liscia delle vie aeree esercita un miglioramento significativo della FEV 1 (volume di aria espirata in un secondo), nei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva.

E’ quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista Chest e condotto da un gruppo di ricercatori coordinati dal prof Hanania.
Sono stati esaminati 602 pazienti con Bpco, randomizzati a ricevere 3,0, 6,5, 12,5, 25 o 50 mcg di vilanterolo o placebo per via inalatoria una volta al giorno per 28 giorni.
Dallo studio è emerso che le dosi più alte di 25 e 50 mcg/die del farmaco hanno migliorato il FEV 1. Il farmaco non mostra alcun effetto collaterale preoccupante.


Bibliografia: Nicola A. Hanania et al., The Efficacy and Safety of the Novel Long-Acting β2 AgonistVilanterol in COPD Patients: a Randomized Placebo-Controlled Trial,  CHEST doi: 10.1378/chest.11-2231

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato