Formigoni: intramoenia come il modello lombardo, altrimenti ricorreremo alla Consulta

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 03/04/2012 20:58

''Siamo pronti a fare ricorso alla Corte Costituzionale'': lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nel caso in cui nel decreto sulla libera professione in intramoenia, attualmente in discussione e fase di elaborazione al Ministero della Salute, non venisse mantenuto il modello lombardo, che prevede la possibilita' di esercitare la libera professione medica in regime di convenzione fuori dalle mura dell'ospedale.

 ''Noi conduciamo da sempre un confronto serratissimo - spiega, a margine di un incontro a Pavia presso il Centro nazionale di adroterapia oncologica - con i nostri medici, che in Lombardia sono soddisfatti del modello di intramoenia che abbiamo realizzato. In questo momento di dibattito tra Governo e professione medica noi proponiamo il modello lombardo, che andando bene nella regione piu' grande d'Italia, potrebbe andar bene anche nel resto del Paese''. La sua volonta' e' che quindi venga mantenuto il modello lombardo nell'intramoenia: ''su questo non transigiamo - conclude - Siamo pronti eventualmente anche a un ricorso alla Corte Costituzionale, perche' le competenze sono regionali e non statali. Ma evidentemente mi auguro che si possa arrivare ad una soluzione dialogando, come abbiamo sempre fatto, attraverso il confronto continuo in Conferenza Stato-Regioni sui temi della sanita', che sono di stretta competenza regionale e non nazionale''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato