Avanafil, un nuovo inibitore orale della fosfodiesterasi-5: efficacia e tollerabilità

Sara Morelli | 11/04/2012 11:48

Avanafil,un nuovo inibitore orale della fosfodiesterasi-5, è stato studiato per valutarne efficacia e tollerabilità nel trattamento della DE di difficile gestione terapeutica. Il lavoro è stato presentato in occasione di un recente Congresso annuale dell'European Association of Urology (EAU).
Nel corso dello studio tutte le dosi del medicinale sono risultate efficaci  entro 15 minuti dalla somministrazione con una durata dell'effetto di oltre sei ore. I pazienti sono stati randomizzati a ricevere avanafil o placebo (50mg, 100mg o 200mg), 279 pazienti avevano un età uguale o superiore ai 65 anni, 383 presentavano DE severa al basale, 612 soffrivano di DE da almeno 60 mesi prima dell’arruolamento e 379 presentavano diabete di tipo 1 o 2.

Nella popolazione che era stata sottoposta a prostectomia i due dosaggi più alti sono risultati efficaci e ben tollerati (P<0,01) nei soggetti di età uguale o superiore ai 65 anni e in quelli con DE severa al basale. Lo studio ha successivamente valutato il nuovo inibitore della fosfodiesterasi-5 (PDE5) a confronto con altre molecole già presenti in commercio  e aventi la stessa applicazione terapeutica come sildenafil e tadalafil. Avanafil presenta un tempo di insorgenza dell'attività farmacologica (Tmax 35 minuti) più basso rispetto agli altri farmaci. La farmacocinetica sovrapponibile: presenta infatti un’emivita di circa 1,5 ore, viene assorbito rapidamente dal tratto gastrointestinale ed è eliminato per via biliare/fecale.

Bibliografia: Efficacy and Safety of Avanafil, Next-Generation, Phosphodiesterase Type 5 Inhibitor for the Treatment of Men With Erectile Dysfunction: Data from Phase 2 and 3 Studies in Difficult-to-Treat Populations. Abstract 1123

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato