Intolleranze alimentari e celiachia: potrebbero aumentare le gravidanze indesiderate

Nutrizione | Sara Morelli | 16/04/2012 12:21

Le intolleranze alimentari e la celiachia possono inficiare l’efficacia dei metodi contraccettivi. Infatti alcuni eccipienti contenuti negli anticoncezionali orali possono provocare effetti collaterali come disturbi gastrointestinali.

Secondo gli ultimi dati raccolti in Italia le donne in età fertile affette da celiachia sono da 90 a 140 mila mentre 5,6 milioni i numeri di quelle intolleranze al lattosio, in queste ultime è necessaria una particolare attenzione nella somministrazione dei farmaci e nella scelta del metodo contraccettivo che a causa di un'alterazione dell’assorbimento intestinale potrebbe andare incontro ad una riduzione dell’efficacia farmacologica e determinare l’instaurarsi di gravidanze indesiderate. Inoltre l'assunzione di contraccettivi ormonali per le donne celiache o intolleranti al lattosio può provocare meteorismo e colite. Naturalmente è possibile in questi casi orientare le scelte nei confronti di vie alternative come l’anello o il cerotto contraccettivo.

Bibliografia: Abstract: Graziottin A. Contraccezione e intolleranze alimentari

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato