Mandelli, solidarietà alle Iene per le parole dell’Unione titolari farmacie del Molise

Redazione DottNet | 16/04/2012 18:44

Il presidente della Fofi, l'Ordine Nazionale dei Farmacisti, Andrea Mandelli scrive alla redazione de ''Le Iene'' e alla redazione de La Gazzetta del Molise ''a nome di tutti i farmacisti italiani'' per esprimere solidarietà a Nadia Toffa e agli altri collaboratori delle Iene e al cronista della Gazzetta del Molise Aldo Fabio Venditto ''per le parole e i comportamenti di cui sono stati fatti oggetto da parte del presidente dell'Unione dei titolari di farmacia del Molise Luigi Sauro e dal dottor Filiberto Castiglione''.

''Non riusciamo a farci una ragione del fatto che farmacisti possano essersi comportati come documentato dalle riprese televisive'' scrive Mandelli riferendosi al duro scontro con le Iene e con il giornalista della Gazzetta che nel corso di una conferenza stampa aveva fatto domande 'non gradite'. ''Siamo certi che atteggiamenti di questo tipo sono assolutamente estranei - si legge nella lettera - alla totalità dei professionisti italiani, anche quando sbagliano, anche quando si discostano dalla deontologia professionale e questo risulta, peraltro, anche dagli altri servizi realizzati in precedenza dalle Iene. La Federazione ha sempre ripetuto in tutte le occasioni che chi sbaglia deve affrontarne le conseguenze. Anche in questa occasione, quindi, la Federazione ha richiamato l'attenzione dell'Ordine provinciale competente affinché verifichi sul piano disciplinare questi episodi. Siamo convinti - conclude Mandelli - che alle critiche, anche le più feroci, si debba rispondere con la forza delle argomentazioni e non con le argomentazioni della forza e chi attua un comportamento diverso ci avrà sempre come avversario. Con sincero dispiacere. Il presidente, Andrea Mandelli".  Nadia Toffa nel suo servizio si era occupata di validatrici e della sperimentazione in Molise di queste macchine in grado di leggere le ricette farmaceutiche. Il progetto, costato 4 milioni di euro, ha previsto l'installazione, in ogni farmacia della regione, di un terminale in grado di leggere le ricette e riscontrare anomalie nella loro compilazione. In redazione delle Iene erano giunte però diverse copie di documenti riservati - fatti vedere durante la trasmissione - provenienti da Federfarma Molise e indirizzate alle farmacie della regione, in cui veniva espressamente chiesto di non utilizzare le validatrici, al punto che solo 15 esercizi su 160 avevano iniziato ad adoperare il nuovo strumento.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato