Ictus, al via l’indagine mondiale su terapie antitrombotiche

Cardiologia | Redazione DottNet | 21/04/2012 19:21

E' stato annunciato a Dubai durante il congresso mondiale di cardiologia il lancio di Gloria-Af, un'indagine mondiale che ha l'obiettivo di fornire dati concreti sull'utilizzo delle terapie antitrombotiche orali per la prevenzione dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare. L'indagine prevede il coinvolgimento di 56.000 pazienti in 2.200 centri di 50 Paesi, per i quali si studieranno le strategie terapeutiche disponibili per la prevenzione dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare e i conseguenti esiti clinici.

 Entro il 2012 il registro sarà avviato in Usa, Ue, America Latina e Asia e in seguito si aggiungeranno altri Paesi, con una conclusione prevista per il 2020. Gloria- Af raccogliera' importanti dati relativi alla sicurezza e all'efficacia comparativa dei farmaci antitrombotici, come l'antagonista della vitamina K warfarin, l'acido acetilsalicilico e i nuovi anticoagulanti orali, fra cui dabigatran etexilato. "Il lancio del registro Gloria- Af e' un passo in avanti- ha dichiarato Eve Knight Co-fondatrice e Chief Executive di AntiCoagulation Europe- preso atto che la fibrillazione atriale e' il piu' comune disturbo del ritmo cardiaco, con piu' di 70 milioni di pazienti che ne soffrono in tutto il mondo e che la patologia aumenta di cinque volte il rischio di ictus, e' fondamentale stabilire quanto i trattamenti di nuova e vecchia generazione siano efficaci".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato