In crescita il fatturato di Boehringer. AstraZeneca compra Ardea per un miliardo di dollari

Redazione DottNet | 25/04/2012 16:38

aziende-farmaceutiche astrazeneca boehringer ardea

Trend positivo per l'azienda farmaceutica Boehringer Ingelheim, che ha chiuso il fatturato 2011 con un incremento del 6,2% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 13,2 miliardi di euro. Lo comunica una nota della stessa azienda, sottolineando che l'utile operativo sale a 2,3 miliardi di euro e la redditivita' netta delle vendite al 17,3%. "I risultati del 2011 sono una conferma della nostra strategia di crescita organica" ha dichiarato Andreas Barner, Presidente del Consiglio di Amministrazione e Responsabile Ricerca e Sviluppo e Medicina, in occasione della conferenza stampa annuale, tenutasi a Ingelheim.

 La maggior parte del fatturato di Boehringer Ingelheim, il 77% del fatturato netto, e' da ricondurre ai farmaci da prescrizione, che nel 2011 hanno registrato un incremento dell'8,2%. L'andamento positivo del fatturato e', infine, da attribuire in misura determinante alle aree America e Asia/Australia/Africa (AAA). Con un fatturato pari a 6,1 miliardi di euro, la regione America registra un incremento del 6,3% rispetto all'anno precedente.

Astra acquisisce Ardea

AstraZeneca e Ardea Biosciences, Inc. (Ardea) hanno annunciato in data odierna di aver stipulato, per 1,26 miliardi di dollari, un accordo di fusione definitiva, in base al quale AstraZeneca acquisira' Ardea, una societa' di biotecnologia di San Diego, California, che si occupa dello sviluppo di sostanze terapeutiche a basso peso molecolare. Il prodotto piu' avanzato di Ardea, lesinurad (precedentemente noto come RDEA594), e' attualmente nella Fase III di sviluppo, come potenziale trattamento per la gestione cronica dell'iperuricemia nei pazienti affetti da gotta. ''Questo interessante programma di Fase III rappresenta un'eccellente opportunita' di far leva sulle competenze di vendita e di marketing di AstraZeneca nel settore dell'assistenza sanitaria specialistica e primaria'', ha dichiarato David Brennan, CEO di AstraZeneca. ''Siamo molto lieti di entrare a far parte di AstraZeneca - ha aggiunto Barry D. Quart, Presidente e CEO di Ardea - siamo certi che la forza commerciale e la portata globale di quell'azienda ci aiutera' a realizzare il pieno potenziale dei nostri programmi''.