Sicurezza confermata per Denosumab nel trattamento dell'osteoporosi

Medical Information Dottnet | 27/04/2012 13:08

Denosumab è il nome internazionale di un anticorpo monoclonale approvato per il trattamento dell'osteoporosi. L’ anticorpo si collega al ligando RANK (RANKL), disattivandolo. Di conseguenza, la formazione e la sopravvivenza degli osteoclasti risultano  soppresse, portandoli ad un processo apoptotico.

Tutto ciò si traduce in un minore riassorbimento osseo, mentre la densità minerale ossea risulta (BMD) aumenta. Denosumab riduce anche il rischio di fratture vertebrali e non vertebrali. Questo agente è altrettanto efficace in diversi stadi di insufficienza renale, ma non compromette i processi di guarigione della frattura, né contribuisce alla progressione dell'aterosclerosi nei pazienti con elevati rischi cardiovascolari. Dopo un'analisi attenta, eseguita nello studio FREEDOM (in cui è stato dimostrato che l'incidenza della maggior parte degli effetti collaterali osservati nel corso di utilizzo denosumab era simile a quello nel gruppo placebo), la sua sicurezza per i pazienti può sicuramente essere confermata.

Bibliografia: Franek E. Denosumab--a new option in the treatment of osteoporosis. Endokrynol Pol. 2011 Jan-Feb;62(1):79-83

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato