Scaccabarozzi: la spending review dev’essere fatta con criterio. Polillo: l’industria del farmaco è stata danneggiata dal precedente Governo

Redazione DottNet | 12/05/2012 18:56

"La spending review potrebbe essere un male necessario, ma se deve essere fatta che sia fatta con criterio, e dunque intervenendo su tutte le voci di spesa, dirette e indirette". Lo ha detto il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccaborozzi, intervenendo ad un convegno su Anziani e Welfare. "A fronte di oltre 12 miliardi di spesa farmaceutica - ha aggiunto Scaccabarozzi - i tagli al farmaceutico hanno portato via 11 miliardi negli ultimi 5 anni, quindi probabilmente le spending review da noi e' stata abbondontemente fatta. In ogni caso - conclude - se sara' fatta correttamente, come ci auguriamo, sono certo che il settore del farmaco avra' i conti in ordine".

 ''Il problema non e' tagliare la spesa farmaceutica, bensi' tagliare gli sprechi che ci sono nelle altre componenti della spesa sanitaria''. Lo ha affermato Gianfranco Polillo, sottosegretario all'Economia, a margine del convegno 'Produzione di Valore' organizzato da Farmindustria. ''Questa - ha aggiunto - e' la linea che emerge da un'analisi oggettiva: terremo presente questo elemento, che e' coerente con lo sviluppo dell'impostazione di base della spending review''. Secondo Polillo ''l'industria del farmaco e' molto penalizzata dalle scelte fatte dal precedente governo, rese necessarie da esigenze di ottenere una riduzione della spesa pubblica, e il risultato e' che avremo un taglio di un miliardo, che diventano due se consideriamo anche il 2013 e il 2014. Noi con la spending review per il momento abbiamo impostato un discorso di carattere metodologico fatto dal ministro Giarda, ma e' tutto ancora da vedere se e come questo discorso si tradurra' in tagli, quali settori colpire. E' tutto ancora in divenire''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato