Vaccini, non decolla quello contro l’Hpv

Infettivologia | Redazione DottNet | 19/05/2012 18:36

A 4 anni dall'avvio del programma di immunizzazione, il vaccino contro il papilloma virus umano (hpv) non decolla: non c'e' stato infatti l'incremento atteso per le coperture vaccinali. Secondo i dati del Reparto di epidemiologia di malattie infettive del Cnesps-Iss e del Coordinamento Interregionale della Sanita' Pubblica, i valori medi sono progressivamente calati, passando da una media del 65% di dodicenni nate nel '97 vaccinate con 3 dosi, al 62,4% per la coorte del '98 e al 51,7% per quelle del '99.

I dati mostrano che al 31/12/2011 la copertura per 3 dosi di vaccino del 70% e' stata raggiunta per la coorte di nascita 1997 da otto regioni, e da sette la coorte del 1998. Quelle con i risultati migliori sono Basilicata, Puglia, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, mentre quelle con i valori piu' bassi sono provincia autonoma di Bolzano, Campania, Sicilia, Sardegna e Lazio (per queste ultime tre i dati non sono ancora definitivi). Sette Regioni inoltre hanno esteso l'offerta attiva e gratuita della vaccinazione ad altre fasce di eta' oltre alle dodicenni. In particolare Valle d'Aosta, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Liguria, e Puglia la offrono tra i 15 e 18 anni, e la Basilicata a 12enni, 15enni, 18enni e 25enni. Il nuovo Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2012-2014, approvato a marzo, alla luce delle difficolta' incontrate e' stato rimodulato, prevendendo un raggiungimento di coperture vaccinali per 3 dosi non piu' del 95% entro il 2012, come stabilito nell'intesa del 2007, ma almeno del 70% nelle dodicenni a partire dalla coorte del 2001, dell'80% nelle dodicenni dalla coorte del 2002, del 95% nelle dodicenni a partire dalla coorte del 2003.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato