La depressione preferisce le donne

Redazione DottNet | 24/10/2008 21:17

depressione medicina ormoni psichiatria

Sebbene non sia considerato un disturbo di genere, studi statistici evidenziano che la depressione colpisce le donne con frequenza doppia rispetto agli uomini e che ci sono differenze significative legate anche all'età. In Italia colpisce il 12-13% della popolazione, ma gli esperti concordano che sono dati sottostimati.

 ''Esistono chiare differenze sull'incidenza della depressione nell'uomo e nella donna così come nell'adolescente e nell'anziano. I motivi sono diversi e alcuni ancora in fase di studio e riguardano non solo le differenti modalità espressive della patologia depressiva ma anche gli aspetti biologici, ormonali, genetici, socio-economici e culturali'' ha sottolineato Claudio Mencacci, Direttore del Dipartimento di Psichiatrica, Ospedale Fatebenefratellidi Milano. Disturbi d'ansia, ad esempio, sono legati nelle donne al loro rivestire spesso ruoli secondari, che incidono sulla percezione del sè, sull'autostima. Tra le cause biologiche un ruolo importante è rappresentato dalle variazioni dei livelli plasmatici degli ormoni in concomitanza con il ciclo mestruale e la gravidanza. Più in generale, la depressione è una patologia che caratterizza tutte le fasi della vita, dagli adolescenti agli anziani. Molto frequente è la depressione senile, che colpisce gli adulti con età superiore ai 65 anni.