Libero accesso al più grande archivio genetico sul cancro. Raddoppia la disponibilità di dati con l’obiettivo di accelerare le cure

Redazione DottNet | 29/05/2012 18:25

Pubblicata la banca dati del cancro: il più grande archivio di dati genetici sulle forme di tumore che colpiscono l'uomo è stato reso pubblico e liberamente accessibile alla comunità scientifica. Grazie al progetto dell'Universita' di Washington in collaborazione con l'ospedale pediatrico St. Jude, i cui dati sono stati presentati su Nature Genetics, si raddoppiano le conoscenze finora accumulate nel mondo nella ricerca in questo campo.

Per accelerare i progressi contro il cancro e altre tumorali e' stato annunciato il libero accesso da parte della comunità scientifica mondiale alla grande banca dati genetica realizzata nell'ambito del Progetto Genomico del Cancro Pediatrico. La quantità di informazioni rilasciate raddoppia il volume di dati disponibili fino ad ora. Il grande archivio mette a disposizione dei ricercatori 520 sequenze genetiche di tessuti normali e tumorali provenienti da 260 bambini e punta a raccogliere e sequenziare entro la fine dell'anno almeno 1.200 genomi. A differenza delle altre iniziative simili che concentrano gli sforzi sullo studio di geni specifici (brevi tratti del Dna), questo progetto punta al sequenziamento dell'intero genoma delle cellule tumorali. Un approccio diverso che, attraverso un confronto del Dna completo tra cellule sane e tumorali, spera di poter evidenziare lo sviluppo e l'evoluzione delle varie malattie."Questo grande sforzo ha gia' prodotto più scoperte di quanto potevamo attenderci", ha spiegato James Downing, uno dei responsabili che guida il progetto nell'ospedale St. Jude."Vogliamo rendere queste informazioni disponibili alla più ampia comunità scientifica in modo che, collettivamente, sia possibile esplorare nuove opzioni terapeutiche per questi bambini.Condividendo le informazioni ancor prima di analizzarle noi stessi speriamo che anche altri ricercatori possano utilizzare questa risorsa per identificare nuove terapie anche per molte altre malattie".Iniziato nel 2010, il Progetto Genomico del Cancro Pediatrico rappresenta il piu' grande sforzo messo in atto per la ricerca delle origini genetiche del cancro in ambito pediatrico e i costi, di circa 65 milioni di dollari, sono stati completamente coperto da fondazioni e investitori privati.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato