Italian barometer diabetes, sul tappeto la governance del diabete

Redazione DottNet | 31/05/2012 21:33

Migliorare la qualita' dell'assistenza per ridurre morti, infarti e dialisi conseguenti al diabete, risparmiando oltre tre miliardi di euro di spesa sanitaria. Si discutera' di questo durante la quinta edizione dell'Italian Barometer Diabetes Forum 2012, in programma il 5 giugno presso la sede di Villa Mondragone dell'Universita' di Tor Vergata a Monteporzio Catone (Roma) e promosso dal progetto Changing Diabetes.

L'evento, incontro annuale tra istituzioni, politici, medici, operatori sanitari e organizzazioni di volontariato in cui si identificano le strategie migliori per affrontare le sfide poste dal diabete, quest'anno e' dedicato in particolare alla governance (ossia come affrontare il diabete non solo con le cure mediche) ed e'stato presentato oggi in Senato. "In Italia ci sono tre milioni di diabetici, ma oltre un milione di "sommerso", cioe' di persone che non sanno di avere questa malattia- ha spiegato il senatore Antonio Tomassini, presidente della Commissione Igiene e Sanita' del Senato- Ormai tutti hanno identificato nell'intensificare gli sforzi per la diagnosi precoce delle alterazioni del metabolismo glucidico, nel migliorare la qualità dell'assistenza erogata alle persone con diabete, nell'instaurare campagne di prevenzione, le azioni che bisogna intraprendere". "Al Patto della Salute in ottobre- ha spiegato Tomassini- bisogna arrivare con un preciso piano nazionale del diabete. I sette miliardi che mancano non possono certo essere trovati risparmiando sulle terapie del diabete, bensi' bisogna prevenire tutte le conseguenze di questa patologia". "Il diabete puo' diventare la pandemia piu' disastrosa del ventunesimo secolo- ha detto Renato Lauro, Rettore dell'Universita' di Roma Tor Vergata, che ha spiegato come a livello mondiale la mortalita' attribuibile al diabete sia in rapida crescita: era del 59% nel 2002 e nel 2030 si stima salira' al 69%. " Il diabete assorbe risorse e pesa come un macigno sui conti pubblici" ha concluso Antonio Nicolucci, coordinatore data analysis board dell'Italian Barometer Diabetes Observatory: il costo medio annuo di una persona con diabete per il servizio sanitario e' infatti pari a 3mila euro, ma pesano anche le ipoglicemie, tra i 1300 e il 3200 euro per ciascun episodio. Senza alcun intervento, la spesa complessiva annuale e'destinata a passare dagli attuali nove e 12 miliardi di euro.