Napoli, nuove tecnologie per management e medicina. Al via il corso di formazione del Dipartimento Scienze Mediche Preventive

Redazione DottNet | 07/06/2012 17:17

ecm formazione professione sanità-pubblica

Le tecnologie mediche per la sanità del domani: sarà questo l'argomento del corso di formazione gratuito dal titolo Health Technology Assessment organizzato dal dipartimento di Scienze mediche preventive, con il patrocinio dall'assessorato alla Sanità della Regione Campania. Le attività in aula cominceranno il 13 giugno e proseguiranno il 26 settembre, il 3 ottobre e il 10 ottobre al centro congressi dell'Holiday Inn di Napoli.

 Temi del corso saranno le conseguenze che derivano dall'utilizzo di apparecchiature biomedicali, dispositivi medici e farmaci, ma anche le scelte di determinate procedure cliniche e di percorsi assistenziali e organizzativi. E ancora i modelli organizzativi, i programmi di prevenzione e di promozione della salute. Lo scopo è quello di fornire ai direttori generali, sanitari e amministrativi delle aziende sanitarie della Campania e ai componenti di Commissioni aziendali Hta già istituite, un approccio multidimensionale e multidisciplinare per un'analisi e una valutazione multisettoriale delle conseguenze prodotte dalle decisioni prese. Dalle implicazioni medico-cliniche a quelle sociali, dalle impostazioni organizzative a quelle economiche, dalle scelte etiche a quelle legali. ''Le valutazioni - dice la professoressa Maria Triassi, responsabile del dipartimento Scienze Mediche Preventive della Federico II - sono un punto di partenza scientifico e concorrono alla produzione di raccomandazioni e di linee di indirizzo utili ad orientare chi prende decisioni in tema di sanità ai vari livelli regionale e relative al management delle singole aziende sanitarie, fino ad arrivare al comportamento del singolo professionista''. ''Ne conseguono - continua Triassi – decisioni di politica sanitaria, come il finanziamento di nuove tecnologie, decisioni manageriali a livello aziendale per la promozione delle tecnologie attraverso l'elaborazione di protocolli, decisioni cliniche, per la diffusione di modelli di governance per la definizione e la diffusione degli standard qualitativi e quantitativi da adottare a livello organizzativo''. Tra i docenti e i tutor docenti esperti di economia e management sanitario, igiene e sanità pubblica, epidemiologia, ingegneria biomedica, tecnologie informatiche, statistica sanitaria, medicina legale ed analisi delle implicazioni etiche. Tra i docenti che hanno aderito all'iniziativa Maria Triassi, dipartimento Scienze Mediche Preventive, Mario Delfino, Ordine dei Medici della Provincia di Napoli, Marina Cerbo, Agenas, Emanuele Lettieri, Politecnico di Milano, Virginia Scafarto, ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona e Commissione Regionale Hta, Roberto Francioni, settore Farmaceutico dell'assessorato alla Sanità Regione Campania. Il corso si articola in 5 moduli di attività, di cui 4 in aula e 1 tramite la formazione a distanza (Fad) e rilascerà crediti ECM.