Torino, aumentano i casi di tbc tra i tirocinanti: indaga la Procura. In arrivo linee guida dal Ministero

Infettivologia | Redazione DottNet | 07/06/2012 19:48

Quasi il 20% dei compagni dei cinque giovani tirocinanti di medicina che l'anno scorso, all'ospedale Molinette, si sono ammalati di Tbc risultano positivi al batterio. E' quanto emerge dai test ordinati dalla Procura di Torino nell'ambito dell'inchiesta giudiziaria. Le analisi sono state svolte su 153 studenti: i positivi sono trenta. Gli inquirenti ritengono che il test, effettuato da un centro specializzato, dimostri come la situazione, dopo i primi casi di Tbc, non sia stata fronteggiata adeguatamente.

  Il pm Raffaele Guariniello procede per disastro, epidemia e lesioni colpose. Nel registro degli indagati figurano i nomi del preside della facolta' di medicina, Ezio Ghigo, e di Rossana Cavallo, presidente del corso di laurea di medicina interna. Le trenta positivita', insieme ai cinque casi di Tbc, riguardano i giovani che frequentavano il cosiddetto ''canale A'' del tirocinio; il monitoraggio del ''canale B'' ha portato alla luce, fra 147 soggetti, una sola positivita'. Fra i problemi affrontati dall'inchiesta c'e' anche quello delle aule di studio, che non appaiono a norma. Nei prossimi giorni il Ministero della Salute dovrebbe diffondere una circolare con le linee-guida da seguire in casi analoghi. La procura di Torino ritiene che i tirocinanti debbano essere equiparati ai lavoratori e, quindi, sottoposti a sorveglianza sanitaria.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato