Sico, task force chirurghi-oncologi per combattere il cancro

Redazione DottNet | 14/06/2012 18:01

chirurgia medicina-generale oncologia sanità-pubblica sico

Creare una 'task force' contro il cancro, integrando le competenze del chirurgo con quelle dell'oncologo: lo propone Sergio Sandrucci, presidente del 35/mo Congresso della Societa' Italiana di Chirurgia Oncologica (Sico) che si apre oggi a Torino per proseguire fino al 16 giugno. ''Non e' un caso - spiega Sandrucci - se in questo Congresso ci confronteremo con gli specialisti dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica: il futuro sta nel rendere complementari le diverse competenze per creare percorsi di cura personalizzati''.

 Fra i temi in agenda, nuovi strumenti terapeutici come l'elettrochiemioterapia, in grado di rendere alcuni tumori piu' sensibili alle cure. ''Puo' costituire un'alternativa importante alla chirurgia - spiega Sandrucci -. Si sta rivelando efficace per la cura delle metastasi cutanee e per i tumori della testa e del collo, per limitare le mutilazioni conseguenti alla chirurgia''.  Il Congresso prevede anche il confronto con la Societa' Europea di Chirurgia Oncologica. ''Obiettivo a lungo termine - conclude Sandrucci - e' la definizione di un curriculum minimo per la figura di chirurgo oncologo, specialita' che in Italia non e' ancora riconosciuta''.