Nessun rischio di eventi cardiovascolari in donne con sindrome dell’ovaio policistico: pubblicatri risultati di uno studio retrospettivo, di coorte

Medical Information Dottnet | 18/06/2012 17:14

malattia-cardiovascolare sindrome-ovaio policistico

Le donne con sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) presentano un’aumentata prevalenza di malattie cardiovascolari (CV). Tuttavia, i dati sull'incidenza di eventi cardiovascolari sono carenti in questa popolazione. E’ stato condotto uno studio retrospettivo di coorte confrontando gli eventi cardiovascolari in donne con PCOS e quelli verificatisi in donne senza PCOS. Tra il 1966 e il 1988, sono state identificate 309 donne con sindrome dell'ovaio policistico e 343 senza PCOS.

L’età media (DS) alla diagnosi della patologia ginecologica era 25,0 (5,3) anni; l’età media all'ultimo follow-up invece è stata di 46,7 anni. La prevalenza di diabete mellito tipo 2 e ipertensione ei livelli di colesterolo totale, colesterolo HDL, lipoproteine ​​a bassa densità di colesterolo e trigliceridi erano simili nei due gruppi. I dati ottenuti dimostrano che  non è stato osservato alcun aumento dell'incidenza di eventi cardiovascolari, inclusi infarto miocardico (hazard ratio [HR] aggiustato 0,74, intervallo di confidenza al 95% [CI] 0,32-1,72, p = 0,48); bypass coronarico (HR aggiustato 1,52, IC 95% 0,42-5,48, p = 0,52), morte (HR aggiustato 1,03; 95% CI, 0,29-3,71, p = 0,96), mortalità dovuta a malattia cardiovascolare (HR aggiustato 5,67, IC 95% 0,51-63,7; p =. 16), o ictus (HR aggiustato 1,05; 95% CI 0,28-3,92, p = 0,94). Mentre altri studi prospettici sono necessari per confermare questi risultati, dai dati ottenuti le donne con sindrome dell’ovaio policistico non sembrano avere esiti sfavorevoli di malattie cardiovascolari nella mezza età.

Bibliografia: Iftikhar S. Risk of cardiovascular events in patients with polycystic ovary syndrome. Neth J Med. 2012 Mar;70(2):74-80.

Per un approfondimento cliccare qui