Farmacie, tempi rapidi per il concorso straordinario per titoli. Le ultime novità

Redazione DottNet | 25/06/2012 16:39

Tempi veloci, meno di quanto preventivato, per il concorso straordinario per titoli che dovrà assegnare le farmacie nate dal decreto liberalizzazioni. A dare un valido aiuto all’elaborazione del concorso ci penseranno l’informatica e la telematica, come avrebbero indicato le Regioni in piena attività per realizzare la piattaforma che farà da sostegno alla selezione. Secondo voci, la gestione del concorso dovrebbe avvenire attraverso un portale web unico per tutto il territorio nazionale a cui i partecipanti si collegheranno via Internet per trasmettere le domande (indicando anche le Regioni nelle quali concorrono che possono essere non più di due), le commissioni regionali esaminano e verificano i titoli e poi ripassano dal portale per ufficializzare risultati e graduatorie.

Resta tuttavia qualche dubbio il destino del  ddl integrativo con le correzioni all'articolo 11 del decreto liberalizzazioni (tra le quali la rimozione del tetto dei 40 anni per la partecipazione associata). Indiscrezioni trapelate dal ministero, vorrebbero che  il testo finirà  nel "decretone" sulla Sanità all'esame del Consiglio dei ministri questa settimana: si tratta di un contenitore dove troveranno posto la riforma della libera professione intramoenia (per i medici del Ssn) e alcune misure sulla responsabilità professionale (per il contenzioso medico-legale), un percorso rapido sul quale verrebbe fatto salire anche  il ddl integrativo in modo da farlo diventare legge in tempi brevissimi e dare così modo alle Regioni di emanare i bandi rapidamente. Al momento confermate anche le altre disposizioni del ddl, dall'abolizione dei 200 metri al rinvio della norma sulla direzione della farmacia a 65 anni.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato