Nuove tecniche sperimentali nei pazienti con scompenso cardiaco

| 27/06/2012 12:08

 Un gruppo di scienziati ha dimostrato che è possibile trasformare il tessuto cicatriziale che si forma dopo un attacco cardiaco. I ricercatori hanno effettuato un procedura sperimentale che sfrutta alcune proprieta' delle molecole di microRNA per innescare la conversione del tessuto cardiaco, senza procedere mediante trapianto di cellule staminali.

Lo studio è stato pubblicato su Circulation Research ed è stato svolto in vivo, ulteriori studi dovranno confermare in fase clinica questo nuovo approccio in modo da poter optare per utilizzarlo in soggetti che soffrono di patologie cardiache. Nella maggior parte dei casi, infatti, lo scompenso e' originato dal tessuto cicatriziale che si sviluppa dopo un attacco di cuore. L'approccio potrebbe avere avere benefici anche per la terapia di altre patologie a carico di organi diversi dal cuore.

Bibliografia: Victor J. Dzau. MicroRNA-Mediated In Vitro and In Vivo Direct Reprogramming of Cardiac Fibroblasts to Cardiomyocytes. Circ Res. 2012 May 25;110(11):1465-73. Epub 2012 Apr 26.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato