Farmacie comunali, a rischio le strutture sul territorio

Farmacia | Redazione DottNet | 16/07/2012 17:45

La federazione italiana delle farmacie comunali ha "urgentemente chiesto un incontro con il ministro della Salute, Renato Balduzzi e il Presidente dell'Anci, Graziano Delrio, al fine di individuare un percorso di sviluppo e sopravvivenza della farmacia comunale nel rispetto degli obiettivi di spending review". E' quanto si legge in una nota di Assofarm, che sottolinea come la spendig review colpisca "in maniera ingiusta e sconsiderata la farmaceutica territoriale" e portera' ad un calo dei margini per farmacia quantificabili in circa 12.000 euro all'anno.

"Le farmacie comunali non hanno mai adottato misure estreme di protesta, perche' riteniamo che il servizio sanitario territoriale che offriamo non debba soffrire per le questioni politico-sindacali del settore", spiega il presidente di Assofarm, Venanzio Gizzi, sottolineando pero' che "in questa occasione la posta in gioco e' la sopravvivenza stessa della farmacia comunale, messa a rischio da iniziative governative che non possono essere condivisibili". Quanto all'incontro con il presidente dell'Anci, aggiunge Gizzi, la richiesta e dettata da due motivazioni: "quella di rendere nota la gravita' della situazione alla rappresentanza delle proprieta' delle farmacie comunali, e quella di ottenere il sostengo delle amministrazioni comunali sulla necessita' di una revisione sostanziale del Contratto collettivo nazionale per i dipendenti da Aziende farmaceutiche speciali.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato