Nei primi sei mesi i Nas hanno denunciato 160 medici e amministratori con sedici arresti. Bianco: occorrono controlli preventivi nell’ambito dell’esclusività con l’Ssn e la formazione

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 01/08/2012 21:42

Le indagini che i Nas hanno compiuto nei primi sei mesi del 2012 hanno messo sotto torchio i medici e le strutture sanitarie. E il quadro che ne esce non è proprio rassicurante con oltre 36 milioni di danni all'erario accertati e 160 tra medici, dirigenti e amministrativi denunciati alla magistratura ordinaria e a quella contabile, oltre ai 16 arresti.

 L'azione dei Nas è ''decisiva - ha affermato il ministro Balduzzi - per un Ssn migliore''.Numerosi i fronti investigativi dei Nas: tra i settori di indagine più complessi le violazioni dei rapporti di esclusività con il Ssn e le false attestazioni per l'appropriazione indebita di denaro pubblico (320mila euro di danno), le maggiorazioni sui prezzi dei farmaci (800mila euro), le prescrizioni fittizie, per oltre 1 mln di euro, i ricoveri inappropriati con attribuzione dolosa di DRG da parte di case di cura private, per un danno di 1,7 mln, e i falsi corsi di formazione, con un giro d'affari illecito di 500mila euro. "In questi giorni di discussione sulla spending review, l'attività dei carabinieri dei Nas è un tassello decisivo nello sforzo del ministero della Salute e delle Regioni per un Servizio sanitario nazionale più sano ed efficiente e, quindi, meno costoso", aggiunge  Balduzzi che ha   espresso al Comandante dei Nas, generale Cosimo Piccinno, il suo ''apprezzamento'' per il ''fondamentale lavoro svolto dal Comando e da tutti i militari appartenenti al reparto''. Sulla vicenda interviene il presidente della Federazione degli ordini dei medici e odontoiatri (Fnomceo), Amedeo Bianco: “occorrono norme più chiare e controlli preventivi'' per prevenire i fenomeni di danni all'erario. “soprattutto in relazione ad alcuni ambiti di attività quali il rapporto medico di esclusività con il Ssn o i corsi di formazione – precisa Bianco -. Laddove siano accertate irregolarità, poi - ha concluso - ben vengano le attività sanzionatorie''.

Se ti è piaciuto l'articolo inoltralo a un tuo collega utilizzando l'apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato