Sicilia: e-mail per controllare il cuore all'ospedale civico di Palermo

Cardiologia | Redazione DottNet | 29/10/2008 17:12

Una mail per monitorare il cuore. Nell'Unità operativa di Cardiologia dell'azienda ospedaliera Civico di Palermo, diretta da Amerigo Stabile, è possibile per alcuni pazienti inviare i dati del pacemaker-defibrillatore via computer. Un medico, in ospedale, li studierà e terrà sotto osservazione le condizioni di salute del paziente. E' la nuova frontiera del controllo diagnostico e terapeutico a domicilio di soggetti portatori di defibrillatori automatici. Dopo la fase di sperimentazione in alcuni ospedali italiani, il sistema di monitoraggio tramite e-mail è stato avviato nel nosocomio palermitano.

 

Coinvolge pazienti che hanno già avuto un arresto cardiaco o che hanno una cardiopatia ad altro rischio per la quale necessitano di controlli frequenti e di un canale diretto con il medico.
I pazienti ricevono da casa la valutazione dei parametri del cuore con il proprio 'Care Link Monitor' per episodi sintomatici, ma anche per controlli di routine o straordinari decisi dal reparto. "Questa innovativa modalità di monitoraggio per pazienti ad alto rischio consente di migliorare l'appropriatezza e la qualità del servizio - sottolinea Stabile - Si ottimizzano inoltre le risorse dedicate al controllo dei pazienti e si migliora la gestione del tempo di lavoro e degli accessi ospedalieri, riducendo il numero dei ricoveri ai reali casi di urgenza". Il sistema permette di trasmettere i dati da qualsiasi parte d'Italia. Sono 500 i pazienti che fanno uso del monitoraggio. All'ospedale Civico in questa fase iniziale sono circa trenta, ma altri saranno reclutati dal gruppo degli elettrofisiologi che seguono il progetto.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato