Effetti immunologici della terapia lisozimica nella patologia infettiva dell'anziano

Beniamino Palmieri | 24/09/2012 10:15

Le numerose ricerche intese ad inquadrare il ruolo del lisozima nel complesso sistema delle difese antinfettive dell’organismo hanno portato ad interessanti acquisizioni di ordine non solo teorico ma anche pratico.

Indipendentemente dalle proprietà complessanti degli acidi nucleici delle strutture virali, sembra oggi possibile invocare un meccanismo indiretto mediato dall‘attivazione, ad opera del lisozima, dei sistemi immunitari. Solo l’integrazione funzionale di questi due meccanismi d’azione può colmare il gap tra i risultati in vitro e in vivo giustificando così i favorevoli dati clinici descritti da numerosi autori. In particolare, sulla scorta di precedenti osservazioni sperimentali e cliniche è sembrato non privo di interesse indagare le eventuali modificazioni bioumorali in una serie di soggetti, portatori di virosi erpetiche, trattati per tempi sufficientemente lunghi, con Lisozima per via orale.
 

Per il download completo cliccare il seguente link: https://www.box.com/s/3cd8948f3eebff43d8d8

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato