Impiego del coenzima Q10 nel trattamento del Parkinson

Psichiatria | | 03/09/2012 12:53

Ubidecarenone è un coenzima della catena respiratoria mitocondriale il suo impiego terapeutico o l’utilizzo farmacologico del CoQ10 in alcune patologie mitocondriali deriva dalla nella catena respiratoria mitocondriale a livello dei complessi I e II, accetta elettroni dal NADH e succinato e li trasmette al complesso III, cioè citocromi b e c1. Un certo numero di studi preclinici in vitro e svariati modelli in vivo di morbo di Parkinson hanno dimostrato che il coenzima Q10 e Ubidecarenone possono proteggere il sistema dopaminergico nigrostriatale.

Alcuni studi clinici hanno esaminato inoltre gli effetti neuro protettivi del coenzima Q10 nei pazienti con malattia precoce o stadio intermedio. Allo scopo di valutare efficacia e sicurezza del trattamento con coenzima Q10 rispetto al placebo è stata condotta una revisione bibliografica nella quale sono stati inclusi studi randomizzati e controllati (RCT) ed esclusi studi di cross-over. In generale, si sono riscontrati miglioramenti nelle attività della vita quotidiana per il coenzima Q10 (1200 mg / d per 16 mesi). I rapporti di rischio (RR) di faringite (RR 1.04, 95% CI 0,18-5,89) e diarrea (RR 1.39, 95% CI 0,62-3,16) sono risultati lievi, i miglioramenti positivi.

Bibliografia: Liu J, Wang L, Zhan SY, Xia Y. Coenzyme Q10 for Parkinson's disease. Cochrane Database Syst Rev. 2011 Dec 7;(12):CD008150.

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato