Progetto GeCuPrim per una nuova sanità territoriale nel Blog autogestito dei medici

Alessandro Zaina | 17/09/2012 10:16

Invito ad elaborare un nuovo progetto di sanità territoriale partecipando al forum on line di GeCuPrim. 

Credo che un progetto di riforma della medicina territoriale debba porsi come intento di fondo quello di creare una rete più stretta di integrazione tra medici di medicina generale e specialisti. Per quanto riguarda la continuità assistenziale credo che sia necessaria una rete locale con dei riferimenti precisi, in pratica una sede di guardia medica per quartiere o per comune, così il problema della sovraccarico al PS notturno e festivo sarebbe in buona parte risolto. Diverso è il discorso nelle ore diurne. Personalmente vorrei avere la possibilità di inviare il mio paziente ad un mio specialista di fiducia e che venga seguito sempre dallo stesso specialista, ammesso che sia d’accordo di seguire il mio consiglio ovviamente. Per fare ciò e per ridurre gli accessi al PS dovremo avere veramente accesso alle liste di prenotazione in modo da sapere quando e a chi inviamo un assistito e potere far prenotare le prestazioni secondo livelli di prioirità . Una comunicazione con pari dignità con lo specialista che segue i miei pazienti con problemi gravi è a mio parere la migliore garanzia di efficienza, qualità e anche sicurezza medico-legale. La nuova h24 proposta non si discosta molto dalle aggregazioni obbligatorie tipo Uccp presenti nella attuale Convenzione e già avviate in alcune regioni, si aggiunge solo la Guardia Medica per ottenere l’effetto mediatico di copertura totale 7 giorni su 7.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato