Quale opposizione al decreto Balduzzi

Alessandro Zaina | 18/09/2012 12:54

Medici-di medicina generale medicina-generale

Dobbiamo sottolineare che questo governo non è stato eletto da nessuno e quindi è meglio che tutti sappiano che stiamo cercando un referente più qualificato. Propongo di fare un blog autonomo dal quale farci sentire come movimento indipendente.

Chi pensa che i medici debbano cambiare modo di lavorare senza confronto e senza ascoltare le loro esigenze si sbaglia, nessuna riforma sarà possibile e sarà efficace senza una contrattazione e nessuna contrattazione deve essere fatta senza una ampia consultazione dei medici. Credo che l'opposizione al decreto Balduzzi si debba fare con proposte e progetti alternativi su cui c'è convergenza di consensi, la mia idea è che sia necessaria una più stretta di integrazione e comunicazione tra medici di medicina generale e specialisti; una maggiore comunicazione servirebbe anche con la continuità assistenziale e per questo basterebbe una rete di guardia medica locale con dei riferimenti precisi, in pratica una sede per quartiere o per comune. Personalmente vorrei avere la possibilità di inviare il mio paziente ad uno specialista di mia fiducia e che venga seguito sempre dallo stesso specialista (ammesso che il paziente sia d'accordo di seguire il mio consiglio ovviamente). Per fare ciò e per ridurre gli accessi al PS dovremmo veramente avere accesso alle liste di prenotazione in modo da sapere quando e a chi inviamo un assistito e potere far prenotare le prestazioni secondo livelli di priorità. Una comunicazione con pari dignità con lo specialista che segue i miei pazienti con problemi gravi è a mio parere la migliore garanzia di efficienza, qualità e anche sicurezza medico-legale. Dobbiamo riflettere sul fatto che la visita specialistica privata si fonda anch'essa come la nostra sul rapporto di fiducia medico paziente; se noi riusciamo ad estendere al nostro specialista convenzionato di fiducia questo rapporto avremo un risultato importante per noi e per i nostri pazienti. Non si parla di questa questione perchè, probabilmente, gli interessi a mantenere questa differenza tra visite private e visite convenzionate è troppo forte e troppo forti le resistenze a cambiare modello e non certo per colpa nostra. 

Blog  autogestito dai medici:  GeCuPrim  http://www.gecuprim.it