Il Governo impugna la legge della Regione Liguria sui farmaci a base di cannabis

Redazione DottNet | 29/09/2012 13:45

La Regione Liguria ha invaso due campi riservati allo Stato nella stesura della legge che da' il via alla prescrizione di medicine a base di cannabinoidi per la terapia di alcune malattie e il Governo l'ha impugnata. I consiglieri regionali dei partiti che l'hanno firmata, Sel e Fds, attendono di conoscere i dettagli ma riferiscono che le norme impugnate riguardano le indicazioni della Regione Liguria sulle specifiche sostanze da usare per preparare le medicine e l'elenco delle patologie per le quali consentire l'uso della cannabis terapeutica. Sono materia dello Stato secondo il Governo.

Sinistra e Liberta' e Federazione della Sinistra sono pronte a modificare le parti indicate dai ministri, a patto che questo non stravolga la legge. Lo sottolineano Matteo Rossi (Sel), Alessandro Benzi e Giacomo Conti (Fds) che lo scorso 31 luglio avevano ottenuto il voto unanime del Consiglio regionale per una legge che da destra a sinistra venne definita ''innovativa''. Il capogruppo del Pdl Matteo Rosso, medico, disse che '''e' un segno di civilta' autorizzare l'uso di questi farmaci che possono alleviare il dolore''. Benzi (Fds) si augura che ''si tratti solo di questioni tecniche e che non ci sia invece la volonta' di cambiare la legge per motivi ideologici''. Nella nota del Consiglio dei Ministri si parla di ''alcune disposizioni in contrasto con le norme statali di principio in materia di tutela della salute''. Le motivazioni specifiche, spiegano i consiglieri liguri, si conosceranno lunedi'. ''La legge e' molto innovativa - ha spiegato Matteo Rossi (Sel) - e puo' avere cozzato contro alcune norme che sono esclusiva dello Stato come quella sulle sostanze indicate per le preparazioni galeniche. Siamo pronti alle modifiche per evitare di arrivare davanti alla Consulta a patto di non stravolgerla''. Benzi si augura che lo stop sia breve: ''ricevo segnalazioni di pazienti oncologici che hanno difficolta' ad ottenere i farmaci. C'e' un problema di approvvigionamento delle sostanze per le preparazioni e abbiamo sollecitato l'assessore affinche' venga firmata al piu' presto la convenzione con lo Stabilimento Farmaceutico Militare di Firenze''. In sintesi, la legge ligure prevede che i farmaci a base di cannabis possano essere prescritti da medici di medicina generale dopo la prescrizione di specialisti in oncologia, anestesia, rianimazione, neurologia e medici in attivita' di centri e servizi di cure palliative, restando a carico delle servizio sanitario regionale.

Clicca qui per iscriverti al Gruppo

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato