Astellas azienda verde, 15 mila euro contro effetto serra

Redazione DottNet | 30/10/2008 16:41

Noccioli, frassini, ontani e salici per dare una mano al futuro del pianeta. La filiale italiana della multinazionale farmaceutica giapponese Astellas si colora di verde: 'semina' un bosco sul fiume Po e dichiara guerra all'effetto serra, investendo 15 mila euro in un progetto di responsabilità ambientale realizzato in collaborazione con la società di consulenza Eco-Way. L'iniziativa - presentata a Milano dall'amministratore delegato di Astellas Pharma Spa, Maurizio Bruno, e dal responsabile Area project e communication di Eco-Way, Carlo Biggi - prevede l'attivazione di un portale di sensibilizzazione dedicato ai 200 dipendenti della sede di Carugate, nel Nord-Est del capoluogo lombardo, e la riforestazione di un'area di 18 ettari nel Pavese. Un 'bosco Astellas' che neutralizzerà ogni anno quasi 150 delle circa 2.150 tonnellate di anidride carbonica (gas CO2) emesse dall'azienda.


 

Grazie all'eco-progetto Astellas Italia diventerà una delle prime società farmaceutiche 'emission free' attive nella Penisola, e riceverà da Eco-Way il logo 'No effetto serra forest' che attesta la partecipazione a iniziative verdi di tutela boschiva. "Abbiamo deciso di investire i fondi ricevuti dalla casa madre per festeggiare il raggiungimento dei risultati aziendali in questo progetto di tutela dell'ambiente - spiega Bruno - Un argomento che ci tocca da vicino", perché "risponde ed è coerente con il nostro impegno nella responsabilità sociale d'impresa". E siccome "la coscienza ecologica si manifesta a partire da piccoli gesti quotidiani che ognuno di noi può compiere anche dal proprio posto di lavoro", sottolinea l'Ad, una parte del progetto riguarderà la formazione web dei dipendenti. Attraverso un sito interno, verranno addestrati a "comportamenti sostenibili nella vita quotidiana secondo la regola delle 3R: ridurre, riusare, riciclare", sintetizza Biggi. Secondo step il bosco 'spazza-CO2' realizzato dal Consorzio forestale pavese sotto la tutela dell'onlus Fondazione Terra, nell'ambito del progetto '10 mila ettari di nuovi boschi e sistemi verdi multifunzionali' sostenuto dalla Regione Lombardia.


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato