Insediato il tavolo tecnico sulla remunerazione. Il decreto entro il 13 novembre

Redazione DottNet | 01/10/2012 20:00

Pronto il Tavolo tecnico specializzato che avrà il compito di procedere alla revisione dell’attuale sistema di remunerazione della filiera distributiva del farmaco come prevede la norma sulla spending review (D.L. 95/2012, Legge 135/2012). Il coordinamento del gruppo di lavoro spetta alll’AIFA: altri componenti sono FOFI, Federfarma, Assofarm, ADF, Federfarma Servizi. “Un incontro preliminare, per ora” spiega il presidente della Federazione degli Ordini Andrea Mandelli.

 “C’è stato però modo di avere una prima esposizione delle aspettative delle parti coinvolte e si provveduto a stilare un calendario per i lavori piuttosto serrato: la prossima riunione è prevista per l’8 ottobre e la successiva per il 15. Il direttore generale dell’AIFA, professor Luca Pani, ha altresì previsto, qualora ce ne fosse bisogno, un’ulteriore data per il 22 o il 23 ottobre”. L’articolo 15 dei provvedimenti sul taglio della spesa prevede che l’attuale sistema di remunerazione sia sostituito da un nuovo metodo definito con un decreto ministeriale, che dovrà essere emanato entro il 13 novembre, previa intesa in sede di Conferenza Stato – Regioni, sulla base dell’ accordo raggiunto tra le associazioni convocate al Tavolo e l’AIFA per la parte di sua competenza. La novità sta nell’introduzione di una “prestazione fissa in aggiunta ad una ridotta percentuale sul prezzo di riferimento del farmaco che, stante la prospettata evoluzione del mercato farmaceutico, garantisca una riduzione della spesa per il Servizio sanitario nazionale”.  Lo stesso articolo 15, inoltre, ha stabilito che la base di calcolo per ridefinire il nuovo metodo di remunerazione è riferita ai margini vigenti al 30 giugno 2012 e che, in ogni caso, dovrà essere garantita l’invarianza dei saldi di finanza pubblica. In caso di mancato accordo, si procederà ugualmente alla riforma con decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza Stato – Regioni e sentite le Commissioni parlamentari competenti.

Clicca qui per iscriverti al gruppo

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato