Equiparazione tra figli legittimi e figli naturali

Gianni Pacelli | 16/10/2012 09:37

(SENATO, 16 maggio 2012, Disegno di legge n. 2805s )

La recente approvazione al Senato del disegno di legge n. 2805 S finalizzato a rimuovere ogni forma di discriminazione tra i figli naturali ed i figli legittimi, con l’introduzione di un unico statusdi figlio ha gettato le basi per la revisione di tutte le disposizioni vigenti in materia di filiazione. Tra le principali novità si segnalano: l’allargamento della nozione del vincolo di parentela, che legherà le persone unite da una discendenza comune con l’intera famiglia di origine e non più con i soli genitori e l’equiparazione, per i figli naturali, delle procedure relative alle controversie in materia di affidamento in caso di separazione.

Infatti, il disegno di legge licenziato dal Senato stabilisce la sottrazione al Tribunale per i Minorenni con trasferimento al Tribunale Ordinario della competenza sulle controversie relative all’esercizio della potestà e all’affidamento dei figli di genitori non coniugati. Inoltre, è fissato il passaggio di competenza al Tribunale Ordinario per i procedimenti riguardanti il riconoscimento dei figli naturali (artt. 250, 252, 262, 264 c.c.), la dichiarazione giudiziale di paternità o maternità (art. 269, c. 1 c.c.), l’esercizio della potestà dei genitori (art. 316 c.c.), con la precisazione che per i provvedimenti riguardanti condotte pregiudizievoli ai figli, viene confermata la competenza del Tribunale per i Minorenni, salvo che sia in corso un procedimento di separazione o divorzio o in materia di esercizio della potestà genitoriale, nel qual caso la competenza viene attribuita al giudice ordinario.

Si adeguano, inoltre, i nuovi principi di parificazione dei figli nella disciplina delle successioni e donazioni e in quella di diritto privato internazionale, nonché la legittimazione degli ascendenti a far valere il diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti. Ancora, è prevista l’unificazione delle disposizioni che disciplinano i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli nati nel matrimonio e dei figli nati fuori dal matrimonio quale aspetto dell’esercizio della potestà genitoriale. Infine si definiscono forme di garanzie patrimoniali in relazione a provvedimenti relativi al mantenimento (ipoteca giudiziale, sequestri dei beni, ordine di pagamento diretto ai terzi, immediata esecutività dei provvedimenti ecc. ).

Si tratta di un provvedimento che si propone di adeguare la disciplina al mutare dei tempi, visto il progressivo aumento delle separazioni e dei divorzi e della diffusione delle coppie di fatto. Ora la parola passa alla Camera.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato