Urologi, nuovi farmaci in arrivo contro la disfunzione erettile

Redazione DottNet | 22/10/2012 16:27

disfunzione-erettile farmaci urologia

La disfunzione erettile colpisce oltre 3 milioni di italiani e sta diventando un problema importante non solo per gli anziani, tanto che il 15% degli uomini che ne soffre ha meno di 40 anni. L'allarme arriva dall'85/mo Congresso Nazionale della Societa' di Urologia (SIU) in corso a Venezia. ''Si tratta di un problema sempre piu' rilevante e che ci vede in prima linea tutti i giorni - afferma Ferdinando Fusco, urologo dell'Universita' di Napoli -. Nei nostri ambulatori si presentano persone sempre piu' giovani, con gravi problemi che, per fortuna, oggi possiamo risolvere con grande soddisfazione. I progressi della ricerca, infatti, ci hanno permesso di proporre avanzamenti sempre nuovi nelle terapie che coniugano efficacia e liberta' d'azione, aspetto davvero importante in questa patologia''.

La disponibilita' di terapie specifiche, sottolinea l'esperto, ''ha permesso in questi anni un radicale mutamento di atteggiamento nei confronti di questo problema. Ma non mancano i problemi: 'l'amore con la pillolina' raramente e' vissuto come normale e naturale, al contrario, la maggior parte delle coppie lo vive come una limitazione''. Un notevole miglioramento, pero', si e' registrato grazie all'arrivo, afferma l'esperto, del ''vardenafil orodispersibile, l'ultimo farmaco messo a disposizione degli specialisti e che sta ottenendo risultati molto significativi''.