Riforma remunerazione farmacie, il tavolo si riapre su richiesta dell’Aifa

Redazione DottNet | 30/10/2012 18:48

aifa federfarma sanità-pubblica farmacia

Si riapre il Tavolo sulla riforma della remunerazione di farmacie e grossisti. Ad annunciarlo in una nota e' l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), che stamattina ha riconvocato Federfarma e le altre sigle firmatarie (Fofi per gli Ordini, Assofarm per le farmacie comunali, Adf e Federfarma Servizi per i distributori) per un incontro lunedi' 5 novembre. Argomenti di discussione saranno le osservazioni all'intesa - che al momento non si conoscono - formulate dai ministeri dell'Economia e della Salute in sede di verifica, come previsto dall'iter fissato dalla legge sulla spending review.

 ''Lunedi' sentiremo quali sono le indicazioni dei dicasteri, anche se sarebbe utile conoscerle in anticipo - rileva il presidente di Federfarma, Annarosa Racca - ma e' evidente che si tratta soltanto di ritocchi ed integrazioni. C'e' una legge, quella sulla spending review, che fissava una scadenza per l'intesa e dava paletti precisi, tra i quali l'invarianza di spesa. Abbiamo rispettato tutte le condizioni, e quindi ci attendiamo di discutere aspetti che non modifichino la sostanza dell'accordo''. Tra i convocati dell'incontro ci sono due nuovi 'ospiti', Farmindustria e Assogenerici. ''L'articolo 15 della 135/2012 e' chiaro - continua Racca - l'accordo sulla remunerazione riguarda la filiera distributiva del farmaco e va trattata con le sigle che la rappresentano''.

Se l'articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l'apposita funzione