Gestione del dolore nell’emergenze pediatriche, la parola agli specialisti

Medical Information Dottnet | 08/11/2012 10:16

Pochissimi dati sono disponibili riguardo all’esperienza dolore  in campo pediatrico, molti tra questi sono generalmente raccolti tra i genitori e non dal bambino. Uno nuovo report pubblicato sulla rivista Pediatrics fornisce una sintesi aggiornata delle modalità di gestione più efficace del dolore nei Dipartimenti di Emergenza.

Oggi i clinici sono più propensi a dispensare farmaci oppiacei nei pazienti pediatrici con frattura ma gli specialisti concordano che non si è ancora raggiunto un piano terapeutico ottimale. Le scale empiriche per l’autovalutazione del dolore neonatale proposte raccomandano l’impiego della Neonatal Infant Pain Scale, mentre per i bambini in età prescolare e per quelli con deficit cognitivo si suggerisce la scala FLACC.
In merito al trattamento del dolore gli anestetici topici a base di lidocaina 4% inducono un livello di anestesia in circa 30 minuti mentre l’impiego di sistemi attivati con il calore possono ridurre la latenza del tempo di insorgenza dell’effetto anestetico. Nelle procedure che richiedono un livello di anestesia più profondo o prolungato sembra efficace l’associazione tra topico anestetico e vasocostrittore quali lidocaina, epinefrina e tetracaina, che possono essere realizzate in farmacia ospedaliera come preparazioni liquide o in gel. La somministrazione di sucrosio può aiutare a ridurre lo stress che accompagna le procedure mediche nel bambino.

Fein JA, Zempsky WT, Cravero JP and The Committee on Pediatric Emergency Medicine and Section on Anesthesiology and Pain Medicine. Relief of Pain and Anxiety in Pediatric Patients in Emergency Medical Systems. Published online October 29, 2012 (doi: 10.1542/peds.2012-2536)

Clicca per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato