Per gli italiani è indispensabile la prescrizione degli oppiacei

Redazione DottNet | 03/11/2008 15:21

cure-palliative farmaci oncologia tumori

L'80% degli italiani ritiene fondamentale la prescrizione degli oppiacei per il controllo del dolore.

 Lo rivela un'indagine Ipsos che è stata presentata in occasione del XV appuntamento nazionale della Società Italiana di Cure Palliative di Giardini Naxos (Taormina). L'indagine rivela anche come nella popolazione sia cresciuta la notorietà, la percezione della necessità e utilità delle cure palliative rispetto al passato nonostante i problemi derivati da un preoccupante vuoto legislativo. Con una conseguente incertezza per operatori sanitari e per le oltre 250 mila famiglie di malati terminali presenti in Italia. ''La situazione delle cure palliative in Sicilia è ancora in via di sviluppo, la nostra regione dispone di 4 hospice per un totale di 44 posti letto, ma stiamo lavorando per arrivare al più presto all'obbiettivo di avere 15 hospice per un totale di 162 posti letto'' afferma Giorgio Trizzino, Presidente del Comitato Organizzatore del Congresso e Direttore dell'Hospice dell'Ospedale Civico di Palermo. ''La nostra medicina è chiamata in futuro ad avere un ruolo sempre più importante per l'invecchiamento della popolazione, come recita anche un recente rapporto del Parlamento europeo'', osserva il Presidente della Società italiana di cure palliative Giovanni Zaninetta. ''Non esiste però al momento una legge nazionale unitaria che regoli l'applicazione delle cure palliative''.