Parte male la campagna vaccinale: crolla del 50 per cento la dispensazione degli antinfluenzali

Redazione DottNet | 20/11/2012 22:03

Decisamente la campagna vaccinale per l'influenza quest'anno e' partita male. Nonostante gli innumerevoli inviti a vaccinarsi da medici e ministero della Salute, i dati parlano chiaro: la dispensazione dei vaccini anti-influenzali in farmacia e' crollata di oltre il 50% rispetto all'anno scorso. L'allarme arriva dalla Federazione degli ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi). ''La dispensazione in farmacia dei vaccini antinfluenzali, nello scorso ottobre - spiega il presidente della Fofi, Andrea Mandelli - si e' piu' che dimezzata rispetto allo stesso mese del 2011. E' un dato allarmante che, se non cambia, puo' compromettere la copertura della popolazione, comprese le categorie a rischio indicate dal Ministero della Salute come primi destinatari dell'immunizzazione contro l'influenza''.

E' evidente, secondo Mandelli, ''che su questa tendenza negativa ha pesato la notizia dei ritiri precauzionali dei vaccini di alcune ditte operati nelle scorse settimane''.''Abbiamo verificato che problemi non ce ne sono, i vaccini in commercio sono tutti sicuri e quindi l'invito e' a vaccinarsi: soprattutto per le categorie a rischio la vaccinazione e' raccomandata e quindi gratuita'', replica  il ministro della Salute Renato Balduzzi a proposito del dimezzamento della richiesta di vaccini. ''E' conseguenza del difficile avvio della campagna vaccinale e dell'eco mediatico con preoccupazioni che non necessità di esistere''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato