Cliniche private a rischio chiusura per i tagli ai posti letto. Balduzzi: i ticket 2014 non sono sostenibili dalla cittadinanza

Redazione DottNet | 20/11/2012 22:07

sanità-privata sanità-pubblica ticket balduzzi aiop

Rischio di chiusura per 257 strutture private accreditate: il presidente dell'Aiop, la struttura che rappresenta le strutture private sanitarie, Gabriele Pelissero ha appena inviato una lettera a tutti i presidenti delle regioni per far fronte al decreto relativo alla definizione degli standard dell'assistenza ospedaliera. Nei prossimi giorni infatti il decreto sara' esaminato dalla Conferenza Stato-Regioni.

Nel documento si legge che la soglia degli 80 posti per le strutture private accreditate porterebbe alla chiusura di 257 strutture con 10.000 posti letto tagliati e altrettanti esuberi. In questo modo 300.000 ricoveri che non verrebbero più garantiti. Notizie anche dal fronte della sanità pubblica: ''C'e' una preoccupazione perche' quei due miliardi di ticket in piu', previsti dal primo gennaio 2014 secondo la decisione del luglio 2011 del precedente governo, sembrano difficilmente sostenibili dal servizio sanitario nazionale e dai cittadini'', afferma il ministro della Salute Renato Balduzzi. ''Bisogna trovare qualcosa di diverso, come ad esempio una franchigia ticket, qualcosa che metta in relazione la compartecipazione con il reddito'', ha concluso il ministro.