Implicazione dei meccanismi serotoninergici e delle nuove strategie terapeutiche per il trattamento della depressione

Neurologia | Medical Information Dottnet | 23/11/2012 12:57

Il disturbo depressivomaggiore (MDD)è previsto esserela seconda causa di disabilità nel mondo entro il 2020. Solo il 50% deipazienti MDD recupera in meno di12 settimanedi trattamento adeguato, e fino al 20% de ipazienti non risponde agli interventi attualmente disponibili.

Inoltre, le attuali terapie evidenziano ulteriormente la necessità di trattamenti più efficaci con minori effetti collaterali. Il pathway termo afferente, spinoparabranchiale, il circuito dei neuroni serotoninergici sono non correttamente funzionanti nella patologia depressiva. Una maggiore comprensione meccanicistica della MDD e l'azione di farmaci antidepressivi offrirebbe opportunità per lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici al trattamento. D’altra parte negli ultimi anni, molti Autori si sono occupati di identificare fattori predittivi di scarsa risposta agli antidepressivi, diversi livelli di resistenza alla terapia ed infine di individuare strategie terapeutiche per affrontare tale condizione. Sono state proposte strategie di ottimizzazione, sostituzione, combinazione e potenziamento del trattamento in corso,ed anche opzioni di trattamento non farmacologiche (terapia elettroconvulsivante, stimolazione del nervo vago).

 

Bibliografia: Hale MW, Raison CL, Lowry CA. ntegrative physiology of depression and antidepressant drug action: Implications for serotonergic mechanisms of action and novel therapeutic strategies for treatment of depression. Pharmacol Ther. 2012 Sep 25. pii: S0163-7258(12)00207-0. doi: 10.1016/j.pharmthera.2012.09.005. [Epub ahead of print]

Giuseppe Maina: Definizione e strategie terapeutiche della depressione resistente al trattamento: una revisione della letteratura

Clicca per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato