Farmindustria, patto triennale per consentire alle aziende di pianificare l’attività

Redazione DottNet | 08/12/2012 13:46

L'aumento fisiologico dei consumi di farmaci continua ma il calo dei prezzi e le misure di contenimento del bilancio pubblico determinano la riduzione dei ricavi delle aziende. E' Farmindustria a rendere noto il dato elaborato di dati Ims e Istat, chiedendo un patto triennale per dare al settore condizioni tali da poter pianificare la propria attivita', alla luce dell'aumento del rischio occupazione con una perdita di due mila posti di lavoro entro marzo.

 In occasione di un incontro per fare il punto sul settore per il quale, ha spiegato il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, ''la fase estremamente critica e' destinata a prolungarsi nei prossimi anni''. Gli investimenti nel paese sono a forte rischio e ''con essi il valore della presenza industriale in Italia''. In sostanza gli industriali - che continuano a puntare l'indice contro la norma che obbliga all'indicazione del generico nella ricetta - chiedono la stabilita' del quadro normativo, il riconoscimento del marchio, ''senza il quale non ci sono ne' innovazione ne' investimenti'' e ''un miglior accesso ai nuovi farmaci e premi all'innovazione sviluppata dal paese''.

Se l'articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l'apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato